dott.ssa SVETLANA SLAVKOVA


Ricercatrice
settore: L-LIN/21
membro: consiglio


contatti
tel.: 0543-374748
fax: 0543-374717
mail: slavkova@sslmit.unibo.it
studio: D14

Note

1979 – Maturità scientifica.
1979 - 1984 – Frequenza del corso di laurea di Lingua e letteratura Russa (2° lingua slava: lingua bulgara) presso l’Università Statale di Sofia.
1980 - 1981 – Borsa di studio presso l’Istituto di lingua Russa “A.S.Puškin” (Mosca).
1984 – Laurea in Lingua e letteratura Russa presso l’Università Statale di Sofia (tesi di linguistica russa), riconosciuta, in applicazione dell’art. 332 dell T.U. 31 agosto 1933, n. 1592, equipollente con la Laurea in Lingue e Letterature Straniere dell’ Università Ca’ Foscari di Venezia.
1984 – Vincitore al concorso per Dottorato di ricerca (Aspirantura) con durata quadriennale in Didattica della lingua Russa come lingua straniera presso l’Istituto di lingua Russa “A.S.Puškin” - Mosca.
1989 – Conseguimento del titolo di Dottore di ricerca in Didattica presso l’Istituto di lingua Russa “A.S.Puškin” - Mosca.. Massimo dei voti.
1990 - 1993 – Professore a contratto, titolare dei corsi di “Traduzione dall’Italiano in Russo”e “Lingua Russa con esercitazioni pratiche” presso l’Università di Bologna - Scuola Superiore di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori (Forlì).
1991 - 1994 – Lettrice di Lingua Russa presso l’Istituto di Filologia Slava dell’Università degli Studi di Padova.
1994 – Vincitore del concorso per Collaboratori ed esperti linguistici di Lingua Russa presso l’Università degli Studi di Padova.
dal 01.03.1994 al 31.01.1997 – Collaboratore ed esperto linguistico di Lingua Russa presso l’Università degli Studi di Padova.
1996 – Vincitore del concorso per collaboratori ed esperti linguistici di Lingua Russa presso l’Università degli Studi di Bologna.
dal 01.02.1997 a 30.09.2000 – Collaboratore ed esperto linguistico di Lingua Russa presso l’Università degli Studi di Bologna.
dal 01.10.2000 – Ricercatore universitario presso l’Università di Bologna – SSLMIT (Forlì) – raggruppamento L21Y (L-LIN/21). Nell’ambito dell’attività didattica titolare dei seguenti corsi: Linguistica russa II; Mediazione linguistica tra il russo e l’italiano; Lingua russa I.
L’attività di ricerca in qualità di ricercatore della Scuola Superiore di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori dell’Università di Bologna, afferente al Dipartimento di Studi Interdisciplinari su Traduzione, Lingue e Culture (raggruppamento L-LIN/21 (ex L21Y) è circoscritta all’ambito della linguistica slava e della glottodidattica:

1. Linguistica slava.
1.1. Categorie del verbo slavo. Si tratta di studi su alcuni aspetti grammaticali e pragmatici delle lingue slave, e del russo in particolare. In primo luogo, ho coltivato l'interesse scientifico per l'espressione di diverse categorie verbali in chiave contrastiva, e più precisamente, ho lavorato sui problemi relativi all’espressione lessicale e sintattica dell’aspettualità nelle lingue slave. A quest’argomento sono stati dedicati i miei progetti ex 60 % negli ultimi 2 anni (Semantica e morfosintassi dell’aspetto verbale slavo – 2002, 2003) che si propongono un’approfondita analisi della realizzazione sintattica di alcuni fenomeni morfologici, nonché dei fattori pragmatici che regolano tale realizzazione. Lo studio dei legami funzionali che si instaurano tra la l’aspettualità e le altre categorie quali il tempo e il modo verbale, i modi di azione, la determinatezza nominale, la distribuzione tra Dato e Nuovo ecc., permette di individuare delle condizioni particolari per la realizzazione dell’aspetto verbale nelle lingue slave. Una particolare attenzione è dedicata al discorso orale e al dialogo, in quanto si ipotizza che i meccanismi che determinano la scelta delle forme aspettuali nella produzione del discorso orale siano diversi da quelli che riguardano il linguaggio scritto (la narrazione ecc.). I risultati di queste ricerche sono stati presentati al Convegno internazionale "Language and Culture" (Mosca, 14-17 settembre 2001, partecipazione con relazione); al Seminario scientifico dedicato alla didattica del russo e delle altre lingue slave nelle università italiane (Firenze, 26-28 settembre 2001, partecipazione con relazione); al Convegno di AITLA (febbraio 2002, Perugia., partecipazione con poster), nonché in un articolo pubblicato nella rivista russa di linguistica e letteratura “Voprosy filologii”.
1.2. Lessicologia e onomastica russa. Un altro campo di interessi riguarda i cambiamenti semantico-strutturali del lessico russo avvenuti a partire d?gli anni ‘90 e il loro riflesso nel linguaggio della stampa post-totalitaria russa. E’ stato evidenziato come la forte opposizione al linguaggio dell'epoca totalitaria, una vera e propria strategia nei confronti dei cambiamenti politico-sociali, diventi un valido strumento per le creazioni linguistiche e per la liberalizzazione dell’impiego di vari mezzi linguistici considerati al limite dell’ammissibile dal punto di vista grammaticale (p. es., la scelta arbitraria del meno usuale, l’estrema tolleranza verso le forme substandard, l'espansione dei costrutti preposizionali, la soppressione della nominalizzazione a favore delle forme verbali ecc.). I risultati della ricerca sono stati presentati nella relazione al Convegno Multilinguismo e interculturalità. Identità, confronto, arricchimento, che ha avuto luogo presso l’Università commerciale “L. Bocconi” il 20 ottobre 2000.).
Inoltre, ho fatto parte del gruppo di ricerca (progetto ex 60%): Problemi di onomastica e onomasiologia nelle lingue e nelle tradizioni letterarie slave: aspetti semantici, semiotici, tradottivi diretto da L. Salmon, nell'ambito del quale mi sono occupata delle funzioni pragmatiche del nome proprio nel romanzo di Vasilij Aks?nov “Skaži izjum” – opera scritta nel rispetto delle regole di un sistema di controllo censorio totale nell’ambito dell’arte e della letteratura russa. I risultati della ricerca sono stati presentati e discussi al Convegno “Le questioni del tradurre: comunicazione, comprensione, adeguatezza traduttiva e ruolo del genere testuale” – Forlì, SSLMIT, 29-30 novembre e 1 dicembre 2001). Sempre nell’ambito dello stesso progetto ex 60%, ho partecipato infine, a un Seminario di Onomastica (maggio 2001, Università di Genova).
1.3. Aspetti pragmatici dell’uso di alcune strutture che formalmente esprimono possesso nelle lingue slave. E’ un campo di ricerca non ancora esplorato nelle lingue slave, in particolare in russo, soprattutto per quanto riguarda la funzionalità e i criteri pragmatici della scelta delle forme pronominali esaminate nel discorso. A questo argomento sono state dedicate le relazioni al III Congresso nazionale dell’Associazione Italiana degli Slavisti (Forlì, 2002) e al X Congresso internazionale della MAPRYAL (San Pietroburgo, 2003) nonché un articolo per la rivista Europa Orientalis.

2. Glottodidattica. I problemi legati all’elaborazione di strategie didattiche nell’insegnamento della lingua russa come lingua straniera e, in particolare, le difficoltà determinate dalle note differenze tra i sistemi tempo-aspettuali russo ed italiano, sono stati oggetto del poster proposto al II Convegno di AITLA (febbraio 2002, Perugia.) nonché della relazione esposta al Seminario dedicato alla didattica del russo come L2 (Università degli Studi di Firenze, settembre 2001). La ricerca nell’ambito dell’applicazione didattica della teoria del fonema in russo in un ambiente di italofoni ha portato alla preparazione del Corso introduttivo di fonetica e ortografia russa, pubblicato nel 2002 presso la CLUEB.
Ho collaborato inoltre in qualità di consulente glottodidattico alla elaborazione del primo Corso comunicativo multimediale per l’autoapprendimento della lingua russa di livello A1 “Kraski”, elaborato presso il Centro linguistico interfacoltà di Forlì (Responsabile Scientifico: Prof. Félix San Vicente), CLUEB, 2002.

B. Partecipazione a Convegni:
2000 – partecipazione con relazione al Convegno “Multilinguismo e interculturalità” – Università commerciale “L.Bocconi”, Milano, 20 ottobre 2000. Titolo della relazione: “Strategie linguistiche nei testi della stampa russa”.
2001– partecipazione con relazione al Convegno Internazionale "Jazyk i kul'tura" (Lingua e cultura) – Mosca, Accademia delle Scienze, 14-17 settembre 2001. Titolo della relazione: «Sntaksis i funkcionirovanie glagol’nogo vida v russkom i bolgarskom jazykach» 2001 – partecipazione con relazione al Seminario “Insegnamento del russo e delle altre lingue slave nelle università italiane” – Università di Firenze, 26-28 settembre 2001. Titolo della relazione: «Semanticeskie tipy vidovych par v ruskom jazyke i ich ital’janskiesootvetstvija».
2001 – Partecipazione con relazione al Convegno internazionale “Le questioni del tradurre: comunicazione, comprensione, adeguatezza traduttiva e ruolo del genere testuale” – Forlì, SSLMIT, 29-30 novembre e 1 dicembre 2001. Titolo della relazione: “Le funzioni del nome proprio in prospettiva traduttologica (a proposito del romanzo di V.Aks?nov “Skaži izjum”)”.
2002 – partecipazione con poster al Convegno di AITLA – Perugia, 19-20 febbraio 2002. Titolo del poster: “L'aspetto verbale nella lingua russa: alcune applicazioni pratiche”.
2002 – partecipazione con relazione al III Congresso nazionale dell’AIS – Forlì, 7-9 giugno 2002. Titolo dell’intervento: «Determinanty tpy u meja v russkom jazyke i ich sootvestvijav bolgarskom: pragmatica i sintaksiceskij status».
2003 – partecipazione con relazione al X Congresso internazionale di MAPRYAL – San Pietroburgo, 30 giugno – 5 luglio 2003. Titolo della relazione: «Sintaksis i pragmatica nekotorych tipov determinantov v russkom jazyke i problemy didaktiki RKI».

Pubblicazioni
 
VOLUMI E CURE
·  2002: Kratkie svedenija o russkoj fonetike i orfografii. Corso introduttivo di fonetica e ortografia russa, (), Bologna, CLUEB.
 
ARTICOLI E SAGGI
·  1996: Semantika glagolov imet' i imam, Padova, CLEUP, (Studi slavistici in onore di Natalino Radovich (a cura di: Rosanna Benacchio Luigi Magarotto), pp. 331-355).
·  1999: Pozicionnye glagoly v russkom i bolgarskom jazykach: sopostavitel'nyj analiz, (Ricerche slavistiche, XLV-XLVI, n. 1998-9, pp. 229-251).
·  2001: Sintaksis i funkcionirovanie glagol'nogo vida v russkom i bolgarskom jazykach, Mosca, RT-Press, (Language and Culture (Mosca, 14-17 settembre 2001) a cura di Chelyshev P. E., Torkunov A. V., Volodarskaya E. F., pp. 267-267).
·  2002: Alcune considerazioni sul congiuntivo in lingua russa, Bologna, CLUEB, (Intorno al congiuntivo (Forli, 1-3 marzo 2000) a cura di Leo Schena, Michele Prandi, Marco Mazzoleni, pp. 281-291).
·  2002: Determinanty tipa u menja v russkom jazyke i ich sootvetstvija v bolgarskom: pragmatika i sintaksiceskij status, (Europa Orientalis, XX/2001, n. 2, pp. 99-111).
·  2003: Le funzioni del nome proprio in prospettiva traduttologica (a proposito del romanzo di V. Aksenov Skazi izjum), Roma, Edizioni Associate di Editrice Internazionale, (Le questioni del tradurre (a cura di: M. G. Scelfo), pp. 99-110).
·  2003: Sintaksis i funkcionirovanie glagol'nogo vida v russkom i bolgarskom jazykach, (Voprosy filologii, 1, n. 13, pp. 24-32).
·  2003: Sintaksis i pragmatika nekotorych tipov determinantov v russkom jazyke i problemy didaktiki RKI, Sankt-Peterburg, Politechnika, (X kongress MAPRJAL. Russkoe slovo v mirovoj kul'ture. Metodika prepodavanija russkogo jazyka: tradicii i perspektivy. Vol. III. (Sankt-Pereburg, 30.06-05.07.2003) a cura di E. E. Jurkov pp. 317-325).