prof.ssa PAULA LOIKALA


Docente seconda fascia
settore: L-LIN/19
membro: consiglio


contatti
tel.: 0543-374731
fax: 0543-374717
mail: loikala@sslmit.unibo.it
studio: D11

Note

Professore associato per il settore L 09 E Filologia Ugrofinnica (L-lin19) presso la Scuola Superiore di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori dell’Università di Bologna – Forlì.

Attività didattica:
A.A.. 2000-2001
Titolare come professore di II fascia del corso di “Lingua finlandese” presso la SSLiMIT di Forlì.
Titolare per affidamento del corso “Cultura Finlandese” presso la SSLiMIT di Forlì.
A.A. 2001-2002
Titolare come professore di II fascia di “Finlandese I” presso la SSLiMIT di Forlì.
Titolare come professore di II fascia di “Lingua Finlandese II “ presso la SSLiMIT di Forlì.
A.A. 2002-2003
Titolare come professore di II fascia di “Lingua Finlandese I” presso la SSLiMIT di Forlì.
Titolare come professore di II fascia di “Lingua Finlandese II” presso la SSLiMIT di Forlì.
A.A. 2003-2004
Titolare come professore di II fascia di Lingua Finlandese I, II, III presso la SSLiMIT di Forlì.

Attività istituzionali e organizzative negli organi di Ateneo:
Responsabile dello scambio Socrates con l’Università di Turku, l’Università di Oulu e l’Università di Savonlinna (Joensuu) in Finlandia.
Membro delle Commissioni di Facoltà per gli esami di profitto e di laurea.
Coordinatore della Biblioteca del settore di finlandese.
Presidente della Commissione di prove idoneative presso la SSLiMIT dal 9 al 11 settembre nel 2003 e 2004.
Direttore della Ricerca ex-60% ”Problemi di apprendimento del finlandese in Italia” per il 2000, rinnovata nel 2002-2003, finanziata dall’Università di Bologna.
Docente del Master in Editoria Cartacea e multimediale di Helena Lozano (14 febbraio 2003, 12 Febbraio 2004) ho tenuto la lezione dal titolo: “Dall’area nordeuropea: i testi da tradurre e la ricerca dell’editore”.
Ho organizzato il Convegno internazionale dal 28 al 29 Aprile nel 2004 intitolato Lingua, letteratura e cultura finlandese in Italia presso il Dipartimento di Studi Interdisciplinari su Traduzione Lingue e Culture di Forlì.
Nell’ambito delle conferenze finanziate dalla Facoltà, dal Dipartimento e nell’ambito degli scambi del progetto Socrates ho invitato i seguenti professori: Prof.ssa Helena Sulkala, Direttrice del Dipartimento di Finlandese, Sami e Logopedia dell’Università di Oulu. Ha tenuto una conferenza dal titolo “Presentazione del programma di ricerca di finlandese L2 dell’Università di Oulu” (10 Aprile 2001). Prof. Yrjö Lauranto, Professore di Finlandese all’Università di Budapest. Ha tenuto una prima conferenza su “Casi di luogo nella lingua finlandese” (3-5 aprile 2001) e una seconda su “L’uso dei casi di luogo”(9 maggio 2002). Prof. Andrew Chesterman, Professore di Traduzione e Scienze della Comunicazione dell’Università di Helsinki. Ha tenuto una serie di conferenze dal titolo “Translation theory” “ (15, 16 e 17 maggio 2002). Prof. Helena Sulkala dell’università di Oulu (28-29 aprile 2004). Prof. Cristina Wis dell’università di Napoli (28-29 aprile 2004). Pauliina De Anna dell’università di Turku (28-29 aprile 2004). Pirjo Nummenaho dell’università di Napoli (28-29 aprile 2004). Riikka Lindholm dell’università di Napoli (28-29 aprile 2004). Ann-Marie Akers dell’università di Firenze (28-29 aprile 2004).

Attività scientifica:
A partire dal primo ottobre 2000 ho afferito al Dipartimento di Studi Interdisciplinari su Traduzione, Lingua e Culture di Forlì.

Incarichi ufficiali:
Membro del Comitato Tecnico-Scientifico per i Premi Nazionali per la Traduzione del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
Membro della Società del Kalevala.
Membro della Società di Letteratura Finlandese.
Socia Onoraria dell’Associazione Giuseppe Acerbi di Castel Goffredo.
Socia Onoraria degli Amici di Palazzo Te e dei Musei Mantovani.
Socia dell’Associazione dei Docenti Universitari di Lingua e Cultura Finlandese di Helsinki.
Ho partecipato ai convegni e workshop annuali organizzati della suddetta Associazione:
2001 (6-9 agosto) a Joensuu in Finlandia.
2002 (5-9 agosto) a Jyväskylä in Finlandia.
2003 (11-14 agosto) a Tartu in Estonia.
2004 (8-12 agosto) a Turku in Finlandia.

Ambiti di ricerca:
Gli interessi scientifici sono indirizzati verso tre diverse aree:
a) Filologia
b) Contatti linguistici
c) Traduzione
Negli anni precedenti ho delineato un ampio quadro del materiale folklorico della Società di Letteratura Finlandese di Helsinki in collaborazione con gli studiosi finlandesi.
Successivamente alla nomina a professore di 2° fascia nel settore L-Lin19 ho sviluppato le mie ricerche sia nell’ambito della traduzione sia nell’ambito filologico- comparativo. Ho continuato la traduzione poetica verso l’italiano delle liriche tratte dagli Suomen Kansan Vanhat Runot ( Antichi Canti del Popolo Finnico), un corpus del ricchissimo patrimonio del folclore finlandese, pubblicato dalla Società di Letteratura Finlandese dal 1908-1948 a Helsinki in 33 volumi.
Il materiale raccolto è stato analizzato, dopo una scelta filologicamente accurata, e diviso per generi e per temi. L’interpretazione dei testi poetici in finnico arcaico è stata condotta partendo da impostazioni date dei dialetti finnici del secolo scorso consultando le schede dei raccoglitori presso gli archivi della Società di Letteratura Finlandese. La traduzione dei testi arcaici presenta un campo particolarmente complesso per l’interpretazione e la comunicazione interculturale. Nell’ambito di questa ricerca ho tenuto la relazione “Canti mitici nel folklore finlandese”, nel convegno Lo sciamano e il suo doppio (Bologna 6-7 marzo 2001).
La relazione nel convegno “Elementi sciamanici nella tradizione orale finlandese” Modelli di cultura in Eurasia:lo sciamanesimo ugrofinnico e siberiano nella ricerca interdisciplinare (13-14 maggio 2003 presso il Dipartimento di Biologia evoluzionistica sperimentale dell’Università di Bologna) continua la ricerca sui canti rituali.
La relazione “Anglicismi nell’ambito istituzionale del finlandese moderno”, nel convegno L’inglese e le altre lingue europee. Studi sull’interferenza linguistica (21.9.2001, Forlì) si inserisce nella tradizione di studi comparativi delle lingue “minori”. Anglicismi costituiscono un osservatorio importante e attraverso un’analisi contrastiva si possono evidenziare numerosi problemi di carattere filologico.
Nell’ambito della traduzione sorgono problemi di non poco conto quando le due lingue e culture oggetto di studio sono diverse come, per esempio il finlandese e l’italiano. Lo scopo della ricerca è stato quello di prendere in considerazione due principali aree riguardo agli studi sulla traduzione e cioè quelli applicati e quelli teorici. Questi problemi sono stati affrontati nel mio intervento “Traduzione dei testi letterari e poetici dal finlandese all’italiano”, nel convegno internazionale Questioni del tradurre: comunicazione, comprensione, adeguatezza traduttiva e ruolo del genere testuale, (Forlì 29 Novembre-1 Dicembre 2001).

L’attività scientifica svolta nel triennio può essere sintetizzata nel seguente modo:
Per gli anni 2001-2003 ho diretto presso l’Università di Bologna un progetto di ricerca ex 60% su Problemi di apprendimento del finlandese in Italia.
Questa ricerca interlinguistica e interculturale ha avuto origine dalla collaborazione tra l’Università di Oulu in Finlandia e l’Università di Bologna e si inserisce in uno studio più ampio condotto dall’Università di Oulu con studenti inglesi, russi, estoni e svedesi che hanno studiato il finlandese. L’obiettivo della ricerca è duplice: in un primo momento si opera separatamente secondo le aree linguistiche di appartenenza seguendo un preciso criterio di scelta dei testi; poi si procede nella scelta e nella catalogazione delle principali problematiche nell’apprendimento del finlandese, contraddistinte da appartenenza linguistica ai gruppi indoeuropeo e ugrofinnico.
L’oggetto della ricerca è la produzione scritta degli studenti in chiave contrastiva e abbraccia la fonetica, la morfologia e la sintassi.Si procede con l’estrapolazione e il confronto delle specifiche tematiche per analizzare i testi nelle rispettive tradizioni linguistiche. La ricerca mira ad individuare e sciogliere alcuni dei complessi problemi concernenti l’analisi del processo dell’apprendimento. Da un lato si cerca di individuare una strategia didattica che riesca a soddisfare le esigenze dei docenti e le necessità pratiche dei discenti. Dall’altro lato si cerca di risolvere il problema dell’adeguatezza del metodo nell’acquisizione del sapere e di approfondire, sulla base di studi teorici, programmazioni scientificamente fondate.
La ricerca è stata svolta sul piano fonetico (con riguardo alla lunghezza dei fonemi, dei fenomeni dell’accento e dell’intonazione), morfologico (per quanto riguarda l’alternanza consonantica nella coniugazione dei verbi e nella declinazione dei nomi) e lessicale. Un confronto fra il sistema fonologico italiano e quello finlandese offre la possibilità di osservare quali sono gli aspetti più problematici per i parlanti italiani. Si prende in esame la capacità linguistica scritta e orale al fine di porre in rilievo il valore culturale delle tradizioni di aree che solo parzialmente sono state studiate in un’ottica comparatistica.
La ricerca condotta in parallelo tra le due università. si è concretizzata con la pubblicazione dei risultati con due articoli:
“Problemi di apprendimento della fonetica finlandese”, SILTA, a cura di Enrico Arcaini, 2001.
Helena Sulkala e Paula Loikala: “Suomen kieli italialaisten suomenoppijoiden näköakulmasta. oppimista vaikeuttavia ja helpottavia ominaisuuksia”, Tutkielmia oppijan kielestä II, a cura di Stina Rantasalo ja Helena Sulkala, Suomen ja saamen kielen ja logopedian laitoksen julkaisuja, num. 21, Oulun yliopisto 2002 (Pubblicazioni del Dipartimento di Finlandese, Sami e Logopedia dell’Università di Oulu).
La ricerca nell’ambito linguistico si è sviluppata con la pubblicazione del volume Grammatica finlandese. In questa grammatica sono presentate la fonologia e la morfologia della lingua finlandese. La sintassi sarà trattata in un volume successivo.
La metodologia è quella comune, con strumenti adeguati alle problematiche trattate, al fine di approfondire possibili programmazioni scientificamente fondate.

Relazioni:
1. “Canti mitici nel folklore finlandese” (Sciamano e il suo doppio 6 marzo 2001, presso la Sala Prodi a Bologna).
2. “Anglicismi nell’ambito istituzionale del finlandese attuale” (L’inglese e le altre lingue europee, 21 settembre 2001, presso il Dipartimento SITLEC a Forlì).
3. “Traduzione dei testi letterari e poetici dal finlandese all’italiano”, Convegno internazionale Le questione del tradurre: comunicazione, adeguatezza traduttiva e ruolo del genere testuale (Forlì 29 Novembre - 1 Dicembre 2001 presso l’Aula Magna della SSLiMIT a Forlì).
4. “Giuseppe Acerbi e il folklore finlandese”, Giuseppe Acerbi, i Travels e la conoscenza della Finlandia in Italia (27 e 28 settembre 2002 presso la Sala del Municipio di Castel Goffredo).
5. “Elementi sciamanici nella tradizione orale finlandese” (Modelli di cultura in Eurasia: lo sciamanesimo ugrofinnico e siberiano nella ricerca interdisciplinare (13-14 maggio 2003 presso il Dipartimento di Biologia evoluzionistica sperimentale dell’Università di Bologna).
6) ”Problemi di apprendimento della lingua finlandese in Italia” (29 aprile 2004 presso Il Dipartimento Sitlec a Forlì).

Pubblicazioni
 
VOLUMI E CURE
·  1978: I prestiti germanici più antichi nella lingua finlandese. Problemi di cronologia, Bologna, Pàtron.
·  1980: Il principio dell’allitterazione nell’antica poesia germanica e nel folklore finlandese, Bologna, CLUEB.
·  1987: La Quenlandia antica, Bologna, Editografica.
·  1990: Verner’s Law and Baltic-Finnic Consonant Gradation, Bologna, Atesa.
·  1994: Finlandia raccontata dalle donne. Antologia dei canti popolari, Bologna, CLUEB.
·  1996: Il Nord come destino. Liriche finlandesi moderne al femminile, Bologna, CLUEB.
·  2004: Grammatica finlandese, Bologna, CLUEB.
 
ARTICOLI E SAGGI
·  1977: The oldest Germanic loanwords in Finnish and their contribution to Germanic Philology, (SILTA VI, 1977, pp. 223-250).
·  1985: Il finlandese runo protogermanico runo, (Quaderni di Filologia Germanica, vol. III, 1985, pp. 139-144).
·  1986: Strutture sillabiche a confronto: italiano e finlandese, coautore con Edgardo Saronne, Padova, Valmartina Editore, (Le lingue del mondo 3/4, 1986, pp. 120-127).
·  1988: Aspetti e problemi di finnosvedese, (SILTA XVII, 1988, pp. 299-311).
·  1995: Il viaggio di Ohthere : geografia ed etnografia della Scandinavia del IX secolo, (Viaggi e viaggiatori nelle letterature scandinave medievali e moderne, a cura di Fulvio Ferrari, Labirinti, Collana del Dipartimento di Scienze Filologiche e Storiche 14, Università degli Studi di Trento, 1995, pp. 61-74).
·  1996: Problemi dell’alternanza consonantica nel finnico, (Rivista di Studi Ungheresi 11,1996, pp. 129-141).
·  1997: Incantesimi e scongiuri finnici, (In forma di parole. Streghe vampiri e sciamani, a cura di Carla Corradi, num. Secondo, 1997, pp. 171-210).
·  1998: Letteratura finlandese in Italia: problemi di traduzione, (Settentrione Rivista di Studi italo-finlandesi, n. 10, anno 1998, Turku, pp. 233-243).
·  1999: Angeli di vita, (In forma di parole. Racconto dell’angelo, a cura di Adriano Marchetti, numero Quattro, 1999, pp. 229-250).
·  1999: L’origine della birra negli Antichi Canti del Popolo Finnico e nel Vecchio Kalevala 1835, (Settentrione, Rivista di Studi italo-finlandesi, n.11, 1999, pp. 11-26).
·  2000: Apprendimento di fonetica finlandese, (Studi Italiani di linguistica teorica e applicata, I, n. 1, pp. 23-49 (2000)).
·  2001: Problemi di apprendimento della fonetica finlandese, (Studi italiani di linguistica teorica e applicata, XXX, n. 1, pp. 7-30 (2001)).
·  2002: Suomen kieli italialaisten suomenoppijoiden näköakulmasta. oppimista vaikeuttavia ja helpottavia ominaisuuksia, (Tutkielmia oppijan kielestä II, a cura di Stina Rantasalo ja Helena Sulkala, Suomen ja saamen kielen ja logopedian laitoksen julkaisuja, num. 21, Oulun yliopisto 2002, pp. 70-89).
 
ATTI DI CONVEGNI
·  1998: Traduzione del folclore dal finnico all’italiano, (), (Atti del convegno Verso un’Unione Europea allargata ad Est: Quale ruolo per la traduzione? Trieste 27-28 maggio 1996, Quaderni di Libri e riviste d’Italia 37, collana diretta da Angela Padellaro, pp. 179-186).
·  2002: Anglicismi nell’ambito istituzionale del finlandese moderno, Bologna, CLUEB, (L’inglese e le altre lingue europee.studi sull’interferenza linguistica, Atti del convegno 21.9.2001, Forlì, a cura di Fèlix San Vicente, 2002, pp. 193-202).
·  2002: Canti mitici nel folklore finlandese, (Lo sciamano e il suo doppio, Atti del convegno Bologna 6-7 marzo 2001, a cura di Carla Corradi Musi, Dipartimento di LLSM, Carattere, Bologna, 2002, pp. 55-62).
·  2002: Traduzione dei testi letterari e poetici dal finlandese all’italiano, (), Roma, Edizioni Associate – Editrice Internazionale, (Atti del convegno internazionale Questioni del tradurre: comunicazione, comprensione, adeguatezza traduttiva e ruolo del genere testuale, Forlì 29 Novembre-1 Dicembre 2001, a cura di Maria Grazia Scelfo, pp. 225-233).
·  2003: Giuseppe Acerbi e il folklore finlandese in Italia, (), Viterbo, Vecchiarello Editore, (Atti del convegno, Giuseppe Acerbi, i Travels e la conoscenza della Finlandia in Italia (27 e 28 settembre 2002 a Castel Goffredo), a cura di Vincenzo De Caprio e Piero Gualtierotti, pp. 121-132).